Get a site
Non solo Tour Eiffel

Le Rocce Scolpite di Rothéneuf, un museo vista mare in Bretagna

Le rocce scolpite

Un’intera scogliera trasformata in oltre 300 statue, tutte modellate a mano con martello e scalpello. Ci troviamo a Rothéneuf, sette chilometri da Saint Malo, in Bretagna, dove ancora oggi é possibile ammirare l’opera di Adolphe Julien Fouéré, un ex abate bretone. Les Rochers Sculptés (‘Le Rocce Scolpite) sono un vero e proprio museo all’aperto da ormai più di cento anni con i suoi 500 metri quadri di costa.
Ma chi sono questi misteriosi residenti della Roccia Scolpita? Scopriamolo insieme… (more…)

La Baia di Somme a piedi: passeggiata tra foche, maree e sabbie mobili

Baia di Somme

Una volta vista con i propri occhi, è chiaro il motivo per cui la Baia di Somme è stata eletta tra le baie più belle del Mondo. Seppur meno celebre della Normandia o della Bretagna, questo dipartimento della regione degli Hauts de France nasconde un patrimonio naturalistico ineguagliabile. In quali altri posti riusciamo ad ammirare le maree, una colonia di seicento foche, le sabbie mobili ed un bunker nazista piantato sulla spiaggia? Già, non ci capita tutti i giorni. Quindi, se avete voglia di un bel weekend naturalistico a due ore e mezza da Parigi, siete capitati sull’articolo giusto. (more…)

Square Edouard VII, illusioni ottiche nella Ville Lumière

Square Edouard VII

Nella Ville Lumière, a pochi minuti dalle Galeries Lafayette si nasconde un piccolo gioiello. In genere le piazzette sono luoghi ampi, aperti, con lo scopo di risultare visibili: Square Edouard VII, però, è tutto l’opposto. Delimitata da bellissimi edifici parigini, è un piccolo tesoro tenuto quasi nascosto, dove delle moderne illusioni ottiche si alternano all’architettura del 1800. Così mi ritrovo a camminare all’indietro per ammirare le bellissime illusioni ottiche, incrociando un teatro ed un museo del profumo… (more…)

[VIDEO] Il Colorado Provençal, escursione nella terra rossa

Colorado provençal

Certi paesaggi non te li aspetti. Puoi vederli mille volte in foto o in video, ma una volta che li ammiri con i tuoi occhi riescono sempre a stupirti: per me il Colorado Provençal è decisamente uno di questi. Immerse nel verde delle colline del Luberon in Provenza, queste ex cave di ocra si trovano ai piedi di Rustrel, un paesino di 800 anime a 70 km a nord di Aix-en-Provence. Questo luogo, infatti, è solo per metà lavoro della natura: fino al 1992 il sito è stato sfruttato per l’estrazione dell’ocra, uno dei colori simbolo della Provenza, insieme al viola della lavanda. Le strane forme prese dalle rocce, modellate dagli scavi e dal vento, rendono questo luogo uno degli “imperdibili” della zona. (more…)

Lille, città di confine. Quando l’influenza belga entra in Francia

Lille

Lille significa molto per me. È stato il mio primo ‘breve viaggio’ da quando abito in Francia, quello che ha posto le fondamenta di questo blog. Significa molto anche perché mi ha ricordato il mio amato Belgio, visitato nell’estate 2012 e da sempre rimasto nel mio cuore. Perché Lille è una città francese geograficamente parlando, ma è belga nell’atmosfera, nell’architettura e, ebbene sì, anche nel cibo: non è un caso che si trovi a 15 km dal confine, del resto. Insomma, scrivere di questa città fa riaffiorare bellissimi ricordi in me. (more…)

Giverny, alla scoperta dei giardini e delle ninfee di Monet

Giverny

Andare a Giverny è come entrare in un immenso quadro di Monet. I giardini, i fiori e le ninfee, grandi protagoniste delle sue opere, ci proiettano in un mondo fatto di luce e colori. Ideato da lui stesso, il progetto dei giardini si basa sullo studio della luce naturale del Sole, con lo scopo di creare giochi d’ombra e forti contrasti. Tutto questo lo troviamo in Normandia, a poco più di un’ora da Parigi… (more…)

Rivoli 59, un palazzo d’arte e di artisti nel cuore di Parigi

Sono stati tanti gli artisti che, nel corso della storia, hanno scelto Parigi come luogo per trovare l’ispirazione per le proprie opere (come il nostro Amedeo Modigliani, ad esempio). Tutto questo, però, non fa solo parte del passato: Rivoli 59, un edificio al 59 di rue de Rivoli, continua ad accogliere e promuovere artisti da tutto il mondo. Questo progetto, nato nel 1999 da un collettivo di artisti, offre la possibilità di esporre le proprie opere nel cuore della Ville Lumière. Un palazzo dedicato all’arte e che, a sua volta, è arte stessa! (more…)

Il vecchio mulino di Vernon: storia dell’ultimo sopravvissuto

VernonA volte anche i paesini più sconosciuti nascondono dei piccoli gioielli. A Vernon, cittadina al confine tra Normandia ed Ile-de-France, un antico mulino del XVI secolo resta miracolosamente in equilibrio sui resti di un ponte medievale. Certo, ad oggi del mulino vero e proprio resta solo la parte abitabile, ma la sua storia è così simpatica che merita di essere raccontata. (more…)

I colori della Costa d’Alabastro di Sainte Marguerite sur Mer

Costa d'Alabastro

Dimenticate le orde di turisti, la confusione ed i luoghi turistici. La Costa d’Alabastro, rappresentata principalmente da Étretat, non è tutta uguale: nei suoi 130 km di lunghezza si nascondono dei piccoli gioielli sconosciuti, delle vere e proprie zone incontaminate. Quella di Sainte Marguerite sur Mer è di una di quelle spiagge così belle e particolari che non si possono descrivere con foto o con parole, vanno semplicemente vissute di persona. Dopo avervi raccontato il ‘mistero’ della spiaggia di Sainte Marguerite sur Mer, infatti, oggi vi parlerò del suo fascino naturale e paesaggistico fatto di mille sfumature, di rocce e di tanto, tanto, vento.

(more…)

Lo storico mercato delle pulci di Saint Ouen, un tuffo nel passato

Saint Ouen

Sapevate che il ‘mercato delle pulci’ più grande del modo si trova alle porte di Parigi? Ebbene sì: a Saint Ouen, al confine con l’estrema periferia nord della Capitale, il caratteristico marché aux puces conta ben 15 mercati nati in epoche diverse, capitanati dallo storico Vernaison (1870). Sebbene la denominazione faccia pensare a delle piccole bancarelle piene di “cianfrusaglie” o oggetti di poco valore, in realtà non è proprio così: ad oggi la maggior parte degli stand propone oggetti da collezione e di antiquariato dal valore medio-alto. Delle vere e proprie “pulci”, in realtà, è rimasto ben poco: ma questo non vuol dire che non meriti di essere scoperto, anzi!

(more…)